Tutto ciò che devi sapere sul digiuno ad acqua

La limitazione dell’alimentazione e il digiuno sono utilizzati da migliaia di anni per motivi religiosi e spirituali, per perdere peso o per affrontare alcuni problemi di salute. Il digiuno ad acqua è un tipo di digiuno in cui si può assumere solo acqua. Continua a leggere per scoprire tutto ciò che devi sapere sul digiuno ad acqua, inclusi i benefici, i potenziali rischi e i consigli fondamentali.

Cos’è il digiuno ad acqua?

Come si evince dal nome stesso, il digiuno ad acqua o digiuno solo acqua è un tipo di digiuno durante il quale non puoi consumare nessun alimento o bevanda, fatta eccezione per l’acqua. Sono esclusi anche caffè e tisane. Può sembrare una dieta tosta, ma può apportare notevoli benefici alla salute. Il digiuno è un metodo naturale che permette al tuo corpo di ripulirsi, disintossicarsi e curarsi.

Non c’è una durata precisa per il digiuno ad acqua, ma può protrarsi da 24 ore fino a 3 giorni. Questo periodo di tempo è considerato sicuro per la maggior parte delle persone,

benché dipenda dal singolo individuo e dalle sue esigenze. Non è raro che il digiuno ad acqua venga prolungato per oltre una settimana. 

Esistono diversi motivi per provare la dieta solo acqua, tra cui:

  • Disintossicarsi
  • Motivi religiosi
  • Perdere peso
  • Benefici per la salute

Uno dei motivi principali per cui le persone provano il digiuno solo acqua è rappresentato proprio dai suoi effetti salutari. Diversi studi hanno mostrato il collegamento tra digiuno ad acqua e benefici per la salute, tra cui una riduzione del rischio di cancro, malattie cardiache e diabete.

Alcune diete famose sono state create partendo dal digiuno ad acqua, ad esempio la dieta detox del limone, la quale prevede di bere una miscela di acqua, succo di limone, pepe di Cayenna e sciroppo d’acero, fino a 7 giorni.

I benefici del digiuno ad acqua

Tutti possono trarre beneficio dal digiuno solo acqua. Stai cercando di disintossicarti ogni tanto o soffri di alcune patologie, come obesità e problemi digestivi? Il digiuno è uno strumento efficace, che offre numerosi benefici per la salute ed effetti protettivi a lungo termine. Considerato l’incremento del sovrappeso, dell’invecchiamento e dello stress nelle persone, il digiuno solo acqua è un ottimo modo per mantenersi in forma e prevenire le malattie. Ecco alcuni dei suoi benefici.

Promuove l’autofagia

L’autofagia è il processo con cui le cellule vecchie vengono scomposte e riciclate. Degli studi mostrano che l’autofagia potrebbe contribuire alla prevenzione di alcune patologie, quali l'Alzheimer, il cancro e le malattie cardiache. Delle ricerche effettuate sugli animali hanno ripetutamente dimostrato che il digiuno ad acqua stimola l’autofagia. Ulteriori studi sugli animali hanno scoperto che l’autofagia può, addirittura, contribuire a prolungare la durata della vita.

Diminuisce il rischio di diverse patologie croniche

Il digiuno ad acqua può aiutare a ridurre il rischio di alcune patologie croniche, come il cancro o le malattie cardiache. Ai partecipanti di uno studio condotto su 30 adulti in salute, sono stati rilevati livelli di colesterolo e trigliceridi significativamente più bassi dopo un digiuno solo acqua di 24 ore. Tali parametri rappresentano due fattori di rischio per le malattie cardiache.

Diversi studi hanno anche mostrato che il digiuno ad acqua potrebbe proteggere il cuore dai danni provocati dai radicali liberi. I radicali liberi sono molecole instabili, nocive per le cellule, che provocano malattie e invecchiamento. Si ritiene che la dieta solo acqua possa ridurre il rischio di malattia grazie alla sua capacità di proteggere dal danno da radicali liberi e di promuovere l’autofagia. Alcune ricerche suggeriscono che il digiuno ad acqua possa addirittura sopprimere l’attività dei geni che stimolano la crescita delle cellule tumorali.

Riduce la pressione sanguigna

Uno studio suggerisce che il digiuno ad acqua a lungo termine, sotto controllo medico, possa aiutare a ridurre la pressione sanguigna in persone ipertese. Durante lo studio si è evidenziato che nell’82% dei partecipanti, i cui valori pressori erano al limite della norma, la pressione sanguigna è scesa a livelli fisiologici dopo un digiuno solo acqua di 14 giorni.

Un altro studio ha scoperto che, dopo un digiuno ad acqua di 11 giorni, nel 90% dei partecipanti ipertesi si è riscontrata una riduzione della pressione sanguigna. Sembra esserci una chiara connessione tra la pressione sanguigna e il digiuno ad acqua, a vantaggio delle persone ipertese. 

Rafforza il sistema immunitario

Il digiuno ad acqua dà la possibilità al corpo di disintossicarsi, ripulirsi e ripartire. Ricerche svolte dalla University of Southern California mostrano che il digiuno ad acqua di soli 3 giorni può rigenerare il sistema immunitario. Questa evidenza conduce a scenari estremamente incoraggianti in caso di disfunzioni immunitarie. Ciò interessa anche tutti noi in quanto, durante il processo di invecchiamento, il sistema immunitario riduce fisiologicamente la propria attività. Grazie alla restrizione temporanea dell’alimentazione, la mente e il corpo potranno guarire e sbloccare il tuo massimo potenziale.

Favorisce la perdita di peso

Il peso che si può perdere con il digiuno ad acqua dipende dal corpo e dalla durata del digiuno. All’inizio si elimineranno principalmente liquidi; i grassi non vengono bruciati prima del secondo giorno. 

La fonte energetica prediletta dal corpo è rappresentata dai carboidrati. Quando non li ha a disposizione, il nostro organismo inizia a usare i grassi in sostituzione, con conseguente perdita di peso.

Migliora la sensibilità alla leptina e all’insulina

L’insulina e la leptina sono ormoni importantissimi per il corpo, che regolano il metabolismo. La leptina contribuisce al senso di sazietà, mentre l’insulina aiuta il corpo a immagazzinare i nutrienti dal flusso sanguigno. Alcuni studi hanno scoperto che il digiuno ad acqua può aumentare la sensibilità all’insulina e alla leptina. Un incremento della sensibilità aumenta l’efficacia dell’azione di tali ormoni. 

Una maggiore sensibilità all’insulina, permette al corpo di ridurre la glicemia in modo più efficiente, mentre una maggiore sensibilità alla leptina, consente di elaborare meglio i segnali di sazietà e di fame, riducendo il rischio di obesità.

I potenziali rischi e pericoli del digiuno ad acqua

Starai probabilmente pensando: “Il digiuno solo acqua è sicuro?”

La risposta è sì ma, come per qualsiasi cosa, ci sono dei potenziali pericoli e rischi, correlati al digiuno ad acqua, di cui dovresti essere a conoscenza prima di decidere se intraprenderlo o meno.

Potresti avvertire disidratazione

Strano, no? Puoi bere solo acqua, come puoi avvertire disidratazione? Bene, se stai bevendo la stessa quantità d’acqua che bevi di solito, allora potresti percepire questa sensazione, in quanto circa il 20-30% della tua idratazione giornaliera proviene dagli alimenti che mangi. I sintomi della disidratazione includono mal di testa, nausea, vertigini e costipazione.

Presta attenzione a questi sintomi e ascolta il tuo corpo. La maggior parte delle persone beve 2-3 litri di acqua al giorno quando segue il digiuno ad acqua.

Potrebbe aggravare alcune patologie 

Ci sono alcune patologie che possono essere aggravate dalla dieta solo acqua, perciò alcuni individui dovrebbero evitarla. Se soffri di una delle seguenti patologie, dovresti consultare un medico prima di prendere in considerazione il digiuno solo acqua.

Il digiuno ad acqua può avere un impatto negativo sulle seguenti patologie:

  • Diabete
  • Disturbi alimentari o grave sottopeso
  • Gotta
  • Bruciore di stomaco
  • Malattia renale cronica
  • Gravidanza o allattamento
  • Assunzione di farmaci specifici per una patologia
  • Problemi cardiaci
  • Atleti professionisti durante la stagione sportiva

Potrebbe causare ipotensione ortostatica

L’ipotensione ortostatica è una forma di pressione sanguigna bassa che può farti avvertire stordimento e vertigini. Significa che, quando ti alzi, potresti andare incontro a un calo istantaneo della pressione del sangue, con conseguente capogiro. Degli studi evidenziano che può essere comune nelle persone che seguono il digiuno ad acqua. Si tratta di un aspetto importante da tenere in considerazione se fai un lavoro pesante o lavori con dei macchinari, perché potresti rischiare di svenire.

Consigli per il digiuno ad acqua

La dieta solo acqua può essere impegnativa sia a livello fisico che mentale, quindi la preparazione al digiuno è fondamentale. Se non hai mai digiunato prima, inizia lentamente con un digiuno ad acqua di 24 ore. Prima di iniziare il digiuno, mangia alimenti ad alto contenuto energetico, in modo da preparare il tuo corpo.

Se i tuoi impegni lo consentono, scegli un giorno in cui hai tempo per riposarti e adattarti. Se avverti malessere o stanchezza, rimanda il digiuno finché non ti senti in forma e nella condizione giusta per cominciare. Evita di fare esercizio fisico impegnativo durante il digiuno.

Ecco degli altri consigli per preparare il corpo e la mente:

  • Pianifica i tuoi impegni in modo da ridurre il più possibile lo stress 
  • Muoviti
  • Evita le persone negative
  • Evita di entrare in cucina
  • Concediti del tempo per riposare

Il digiuno solo acqua può fare un po’ paura, quindi comincia con calma. Inizia riducendo le dimensioni dei pasti e seguendo il digiuno intermittente. Ricorda che, terminato il digiuno ad acqua, dovresti evitare di abbuffarti esageratamente. La fase post-digiuno è importante, specialmente dopo i digiuni più prolungati. Interrompi il digiuno con pasti più piccoli o frullati proteici a base di ingredienti di alta qualità o un brodo di ossa o vegetale.

Mangiare subito un pasto abbondante può comportare sintomi spiacevoli. La fase post-digiuno, di solito, dura fino a un giorno; tuttavia, per i digiuni più lunghi, potrebbero essere necessari fino a tre giorni affinché il tuo organismo si adatti e sia in grado di mangiare dei pasti normali. Ascolta sempre il tuo corpo e preparati mentalmente e fisicamente prima di un digiuno.

Cosa aspettarsi

Ti starai probabilmente chiedendo cosa puoi aspettarti e quali siano i risultati del digiuno ad acqua. Potresti sperimentare un po’ di stanchezza all’inizio del digiuno. Dopotutto, stai eliminando il cibo e il tuo corpo non è abituato. Il primo giorno, aspettati di provare fame, cambiamenti d’umore e aumento della minzione.

In base al tuo corpo e alla lunghezza del digiuno, con il passare del tempo, potresti iniziare a sentirti meglio e ad avere maggiore lucidità mentale. Molte persone ottengono una perdita di peso significativa e un migliore benessere generale, grazie alla dieta solo acqua. Il digiuno solo acqua può cambiare radicalmente una persona, comportando una rimozione delle tossine dal corpo e un miglioramento del benessere generale.

FAQ

Quanto peso posso perdere se digiuno per 3 giorni?

I risultati del digiuno ad acqua cambiano da persona a persona. Esistono vari fattori che influenzano quanto peso puoi perdere, tra cui il tasso metabolico, i livelli di sodio e quanto glicogeno hai immagazzinato nel tuo corpo, pertanto la dieta solo acqua può portare a esiti variabili. Se segui una dieta ricca di carboidrati perderai più peso di una persona che sta seguendo un regime chetogenico. Se non mangi per tre giorni, molto probabilmente perderai peso.

Per quanto tempo posso digiunare ad acqua in sicurezza?

Alcune persone digiunano per due giorni, altre per due settimane. Prima di iniziare un digiuno ad acqua superiore a 3 giorni, è sempre consigliato consultare un medico. Alcuni individui avvertono i benefici dopo 5 giorni di digiuno, mentre ad altri sono sufficienti 48 ore. Il digiuno ad acqua è considerato sicuro e viene usato da migliaia di anni.

Quali sono i benefici per la salute?

Il digiuno solo acqua è stato collegato a numerosi benefici per la salute, tra cui la perdita di peso, l’aumento della sensibilità all’insulina e alla leptina, un miglioramento dei livelli di pressione sanguigna e una riduzione del rischio di diverse malattie croniche come cancro e malattie cardiache.

Posso morire a causa del digiuno ad acqua?

Tecnicamente, se digiuni a oltranza, entri in uno stato di inedia. Tuttavia, nel corso dei millenni, l’evoluzione ha fornito al corpo la capacità di immagazzinare il cibo sotto forma di grasso e, in tal modo, di sopravvivere a periodi di carestia. Informati sempre, e consulta il tuo medico se stai considerando un digiuno ad acqua a lungo termine. Il digiuno ad acqua offre diversi benefici per la salute, e la maggior parte degli adulti sani può potenzialmente digiunare per diversi giorni senza andare incontro a nessun problema.

Share

Scopri come DoFasting ti cambierà la vita

Scopri il metodo più adatto a te grazie a questo breve quiz approvato dai nostri esperti e scarica il tuo tracker di digiuno personalizzato.

Fai il test
Immagine eroe

Questo sito utilizza i cookie per migliorare i servizi e l'esperienza dei visitatori. Potrai modificare o annullare le tue preferenze in qualsiasi momento. Per ulteriori informazioni, consulta la nostra Informativa sulla privacy